fbpx

 

L’inositolo (chiamato anche vitamina B7) è un composto di origine biologica, strutturalmente simile al glucosio (anche se chimicamente non è uno zucchero) coinvolto in numero processi biologici tra cui quelli di signalling cellulare ed elemento strutturale (nella forma coniugata con lipidi).
E’ noto per il suo uso nella sindome dell’ovaio policistico PCOS (Unfer V. et al., Effects of Inositol(s) in Women with PCOS: A Systematic Review of Randomized Controlled Trials Int J Endocrinol. 2016; 2016: 1849162).

Può essere sia assunto con la dieta che sintetizzato dall’organismo. Si può ritrovare in forma di diversi stereoisomeri e presentare un grado più o meno elevato di fosforilazione.

[solomedici]

Alcuni studi pubblicati in letteratura hanno dimostrato come l’inositolo mostri una propensione nell’esercitare anche le seguenti attività:
• attività anti-tumorale ad ampio spettro (Bizzarri M. et al.,Broad Spectrum Anticancer Activity of Myo-Inositol and Inositol Hexakisphosphate Int J Endocrinol. 2016; 2016: 5616807)

• effetto pro-apoptotico e anti-proliferativo attraverso il riarrangiamento del citoscheletro delle cellule tumorali (Dinicola S. et al., “Inositol induces mesenchymal-epithelial reversion in breast cancer cells through cytoskeleton rearrangement” Exp Cell Res. 2016 Jul 1;345(1):37-50)

Forma farmaceutica: CAPSULE da 50 mg a 500 mg

 

Altre referenze: Liu et al., “Inositol hexaphosphate suppresses growth and induces apoptosis in HT-29 colorectal cancer cells in culture: PI3K/Akt pathway as a potential target” Int J Clin Exp Pathol. 2015; 8(2): 1402–1410

[/solomedici]