L’ipertiroidismo è l’endocrinopatia più comune nei pazienti felini più anziani. La sua diagnosi si basa su appropriati segni clinici, palpazione di una ghiandola tiroidea ingrandita e un aumento della concentrazione sierica totale di T4.

Rispetto alla diagnosi, la terapia dell’ipertiroidismo nei gatti può essere più complicata. È stato raccomandato il radio-iodio come prima scelta di trattamento; tuttavia, i limiti sono la disponibilità di strutture adeguate e il periodo di detenzione fino a 4 settimane dopo l’iniezione del composto radioattivo.

La rimozione chirurgica della ghiandola tiroidea iperplasica, sebbene curativa, comporta i rischi dell’anestesia nei gatti, spesso già debilitati, e la possibilità di ipoparatiroidismo post-chirurgico. Perciò, il trattamento medico con metimazolo o carbimazolo, inibitori della sintesi dell’ormone tiroideo, sono spesso scelti per la gestione a lungo termine dei gatti ipertiroidei.

Tuttavia, una risposta terapeutica efficace richiede quotidianamente la somministrazione del farmaco, che può risultare difficile, specialmente nei gatti refrattari, aggressivi o con vomito.

Come trattamento alternativo alla forma orale si può ricorrere alla somministrazione transdermica con l’applicazione, sulla pinna del gatto, di un gel contenente metimazolo.

Il trattamento transdermico non è invasivo, evita la potenziale degradazione del farmaco a livello dello stomaco e l’irritazione gastrica.

Comunque, la facilità della somministrazione transdermica non deve far dimenticare quanto sia importante mantenere costantemente le concentrazioni di T4 nell’intervallo di riferimento ed è perciò necessario che il proprietario applichi accuratamente il piano terapeutico e tutte le istruzioni del medico veterinario.

I preparati per applicazione transdermica di metimazolo possono essere allestiti dal farmacista preparatore presso il laboratorio galenico della farmacia, dietro presentazione di ricetta elettronica veterinaria.

Coloro che vogliano approfondire gli aspetti formulativi e normativi, sono invitati a visitare il nostro sito alla pagina https://farmaciadelpavaglione.it/area-medici/ o contattare direttamente i nostri farmacisti: +39 051 221640 – info@farmaciadelpavaglione.it.

Per approfondire

Meccanismo d’azione

Il metimazolo è un composto tioureilenico che blocca la sintesi degli ormoni tiroidei inibendo l’attività della perossidasi tiroidea, portando a una ridotta iodurazione delle iodotironine a T3 e T4.

Il metimazolo non inibisce il rilascio di ormone tiroideo preformato, il che ritarda la normalizzazione della concentrazione di T4 di 2-4 settimane dopo l’inizio della terapia.

Il metimazolo ha un’emivita sierica di 2 – 3 ore nei gatti ipertiroidei e 4 – 7 ore nei gatti normali.

Il carbimazolo, un altro farmaco antitiroideo, viene metabolizzato in metimazolo dopo somministrazione orale, rendendolo efficace quanto il metimazolo.

Biodisponibilità

Studi iniziali hanno riportato che la biodisponibilità del metimazolo transdermico è scarsa dopo l’applicazione di una singola dose sulla pinna di gatti sani. Tuttavia, a lungo termine, l’applicazione topica del metimazolo si è dimostrata efficace nel ridurre le concentrazioni totali di T4 e ripristinare l’eutiroidismo.

Infatti, sebbene l’efficacia complessiva del metimazolo transdermico era inferiore a quella orale dopo 2 settimane di trattamento, la differenza iniziale nelle concentrazioni di T4 non era più significativa entro 4 settimane dall’inizio della terapia.

Questi dati suggeriscono che l’uso cronico del metimazolo transdermico può essere efficace per ridurre le concentrazioni di T4.

Nel complesso, il metimazolo transdermico può essere un’opzione praticabile per alcuni soggetti.

La dose iniziale raccomandata della formulazione transdermica, espressa come metimazolo, è di 5-10 mg per gatto e una applicazione al giorno sembra essere efficace quanto due applicazioni/giorno nel controllo della T4 totale.

Effetti collaterali

Gli effetti collaterali associati al metimazolo orale sono stati riportati in circa il 18% dei gatti trattati; includevano vomito, anoressia e depressione, nonché escoriazioni autoindotte del muso o del collo, discrasie ematiche ed epatopatia. Questi effetti generalmente si osservano entro 2-4 settimane dall’inizio della terapia con metimazolo.

In caso di effetti collaterali meno gravi come il vomito, si può tentare una riduzione della dose di metimazolo; se invece si verificano discrasie ematiche più gravi o epatopatia, il metimazolo deve essere immediatamente sospeso e istituite le cure di supporto del caso.

Gli effetti collaterali gastrointestinali si sono verificati meno frequentemente con la formulazione transdermica rispetto a quella orale.

Ulteriori effetti avversi associati alla formulazione transdermica comprendono lieve crosta ed eritema nel sito di applicazione.

Bibliografia

Evaluation of thyroid-stimulating hormone, total thyroxine, and free thyroxine concentrations in hyperthyroid cats receiving methimazole treatment.

Aldridge C, Behrend EN, Martin LG, Refsal K, Kemppainen RJ, Lee HP, Chciuk K.

J Vet Intern Med. 2015 May-Jun;29(3):862-8. doi: 10.1111/jvim.12575. Epub 2015 Apr 1.

PMID: 25832129       Free PMC Article

2. Regional variations in percutaneous absorption of methimazole: an in vitro study on cat skin.

Hill KE, Chambers JP, Jones BR, Bolwell CF, Aberdein D, Mills PC.

J Vet Pharmacol Ther. 2015 Dec;38(6):616-8. doi: 10.1111/jvp.12220. Epub 2015 Feb 26.

PMID: 25728360

3. Percutaneous absorption of methimazole: an in vitro study of the absorption pharmacokinetics for two different vehicles.

Hill KE, Mills PC, Jones BR, Bolwell CF, Aberdein D, Chambers JP.

J Vet Pharmacol Ther. 2015 Dec;38(6):581-9. doi: 10.1111/jvp.12213. Epub 2015 Feb 16.

PMID: 25683868

4. Trans-pinnal movement of methimazole: an in vitro study showing that methimazole can cross from the inner to outer pinna of cats.

Hill KE, Chambers JP, Jones BR, Bolwell CF, Aberdein D, Mills PC.

J Feline Med Surg. 2015 Dec;17(12):1005-11. doi: 10.1177/1098612X14567548. Epub 2015 Jan 19.

PMID: 25600079

5. Best practice for the pharmacological management of hyperthyroid cats with antithyroid drugs.

Daminet S, Kooistra HS, Fracassi F, Graham PA, Hibbert A, Lloret A, Mooney CT, Neiger R, Rosenberg D, Syme HM, Villard I, Williams G.

J Small Anim Pract. 2014 Jan;55(1):4-13. doi: 10.1111/jsap.12157. Epub 2013 Dec 27. Review. Erratum in: J Small Anim Pract. 2014 Mar;55(3):179.

PMID: 24372075

6. Transdermal application of methimazole in hyperthyroid cats: a long-term follow-up study.

Boretti FS, Sieber-Ruckstuhl NS, Schäfer S, Gerber B, Baumgartner C, Riond B, Hofmann-Lehmann R, Reusch CE.

J Feline Med Surg. 2014 Jun;16(6):453-9. doi: 10.1177/1098612X13509808. Epub 2013 Oct 30.

PMID: 24174499

7. Pyogranulomatous mural folliculitis in a cat treated with methimazole.

Castro López J, Lloret A, Ravera I, Nadal A, Ferrer L, Bardagí M.

J Feline Med Surg. 2014 Jun;16(6):527-31. doi: 10.1177/1098612X13507072. Epub 2013 Oct 7.

PMID: 24101746

8. Maternal transfer of methimazole and effects on thyroid hormone availability in embryonic tissues.

Van Herck SL, Geysens S, Bald E, Chwatko G, Delezie E, Dianati E, Ahmed RG, Darras VM.

J Endocrinol. 2013 Jun 1;218(1):105-15. doi: 10.1530/JOE-13-0089. Print 2013 Jul.

PMID: 23608220

9. Duration of t4 suppression in hyperthyroid cats treated once and twice daily with transdermal methimazole.

Boretti FS, Sieber-Ruckstuhl NS, Schäfer S, Baumgartner C, Riond B, Hofmann-Lehmann R, Reusch CE.

J Vet Intern Med. 2013 Mar-Apr;27(2):377-81. doi: 10.1111/jvim.12040. Epub 2013 Feb 9.

PMID: 23398124       Free Article

10. Methimazole-induced hypothyroidism causes cellular damage in the spleen, heart, liver, lung and kidney.

Cano-Europa E, Blas-Valdivia V, Franco-Colin M, Gallardo-Casas CA, Ortiz-Butrón R.

Acta Histochem. 2011 Jan;113(1):1-5. doi: 10.1016/j.acthis.2009.07.004. Epub 2009 Sep 23.

PMID: 19775732

11. Pharmacologic management of feline hyperthyroidism.

Trepanier LA.

Vet Clin North Am Small Anim Pract. 2007 Jul;37(4):775-88, vii. Review.

PMID: 17619011

12. Efficacy and safety of transdermal methimazole in the treatment of cats with hyperthyroidism.

Sartor LL, Trepanier LA, Kroll MM, Rodan I, Challoner L.

J Vet Intern Med. 2004 Sep-Oct;18(5):651-5.

PMID: 15515580         Free Article

13. Methimazole-induced damage in the olfactory mucosa: effects on ultrastructure and glutathione levels.

Bergström U, Giovanetti A, Piras E, Brittebo EB.

Toxicol Pathol. 2003 Jul-Aug;31(4):379-87.

PMID: 12851103

14. Efficacy and safety of once versus twice daily administration of methimazole in cats with hyperthyroidism.

Trepanier LA, Hoffman SB, Kroll M, Rodan I, Challoner L.

J Am Vet Med Assoc. 2003 Apr 1;222(7):954-8.

PMID: 12685785

15. Transdermal methimazole treatment in cats with hyperthyroidism.

Hoffmann G, Marks SL, Taboada J, Hosgood GL, Wolfsheimer KJ.

J Feline Med Surg. 2003 Apr;5(2):77-82.

PMID: 12670432

16. Effects of methimazole on renal function in cats with hyperthyroidism.

Becker TJ, Graves TK, Kruger JM, Braselton WE, Nachreiner RF.

J Am Anim Hosp Assoc. 2000 May-Jun;36(3):215-23.

PMID: 10825092

17. Metabolism-dependent hepatotoxicity of methimazole in mice depleted of glutathione.

Mizutani T, Murakami M, Shirai M, Tanaka M, Nakanishi K.

J Appl Toxicol. 1999 May-Jun;19(3):193-8.

PMID: 10362270

18. The effects of methimazole on haematopoiesis in mice.

Mak NK, Lai WH, Liu WK, Leung KN, Fung MC.

Immunopharmacol Immunotoxicol. 1995 Nov;17(4):745-57.

PMID: 8537610

19. Metabolism-dependent toxicity of methimazole in the olfactory nasal mucosa.

Brittebo EB.

Pharmacol Toxicol. 1995 Jan;76(1):76-9.

PMID: 7753763

20. Pharmacokinetics of methimazole in normal cats and cats with hyperthyroidism.

Trepanier LA, Peterson ME, Aucoin DP.

Res Vet Sci. 1991 Jan;50(1):69-74.

PMID: 2047595

21. Methimazole treatment of 262 cats with hyperthyroidism.

Peterson ME, Kintzer PP, Hurvitz AI.

J Vet Intern Med. 1988 Jul-Sep;2(3):150-7.

PMID: 3265728       Free Article